Via Ferrata Benini
Il tratto più recente del famoso percorso delle Bocchette è la via ferrata Benini; è un'ottima escursione in quota nel gruppo del Brenta. Gli estremi di questa via ferrata possono ...
: media
: 8 h
Prenota ora questa attività

Il tratto più recente del famoso percorso delle Bocchette è la via ferrata Benini; è un'ottima escursione in quota nel gruppo del Brenta.
Gli estremi di questa via ferrata possono essere considerati il passo Grostè e la Bocca di Tuckett.

Tramite cabinovia si raggiunge il passo Grostè (2442 mt) verso la base del massiccio di cima Brenta con sviluppo abbastanza lineare all'interno dell'altipiano carsico racchiuso tra cima Brenta e la Pietra Grande.

Si prosegue per circa 20' su terreno detritico sempre ottimamente bollato di rosso dopodichè la traccia diventa un sentiero e piega vistosamente a destra dove con brevi saliscendi ,iniziamo l'aggiramento del massiccio di cima Brenta.
Il nostro itinerario prosegue ancora una volta diritto talvolta su sentiero altre volte su sfasciumi immergendosi così con lo sguardo all'interno della Val Flavona da dove fuoriescono dal terreno impressionanti torrioni rocciosi.
Si lascia l'ambiente "marziano" per risalire lungo una prima cengia attrezzata caratteristica delle Bocchette. Questo primo tratto attrezzato termina in discesa alla bella Bocchetta dei Camosci (2784 mt) con ottima vista sul gruppo Presanella-Adamello.
Questa viene solamente costeggiata in quanto il sentiero riprende subito attraverso numerose cenge alle pendici della cima Falkner dove una targa metallica indica il punto più alto dell'escursione (2910 mt) ed una deviazione permette il raggiungimento,con facilità ed in pochi minuti,della cima in questione anche se la deviazione non è parte del sentiero Benini e quindi non obbligatoria.
Inizia un lungo tratto in discesa con passaggi attrezzati. Il terrazzo che sovrasta la Bocca del Tuckett non è lontano,alcuni brevi passaggi attrezzati di 2-3 metri assicurano le cenge nei tratti più esposti ed a volte un pò franosi fino a scendere definitivamente con sentiero a zig-zag ed alcune roccette attrezzate con staffe metalliche il terrazzo della Bocca Alta di Vallesinella (2875 mt) dove è ben visibile in basso il rifugio Tuckett che si raggiunge in circa un’ora!
Dal rifugio si dovrà scendere ancora un ora e mezza per raggiungere il parcheggio di Vallesinella.

Ottimamente attrezzata questa via ferrata nelle Dolomiti di Brenta ha un dislivello positivo relativamente minimo e può essere percorsa da tutti quelli che hanno un certo allenamento fisico (circa 6 ore di camminata e 600 mt di dislivello positivo) e che ovviamente non patiscono le vertigini!

ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO PER VIE FERRATE:

  • abbigliamento comodo a strati;
  • scarponcini da trekking con suola in vibram (evitare le scarpe da ginnastica);
  • zainetto;
  • mini pronto soccorso;
  • crema solare e cappellino;
  • borraccia;

ATTREZZATURA FORNITA DAL CENTRO:

  • casco;
  • imbrago;
  • moschettoni e corde;

Informazioni

Periodo consigliato: da fine giugno a settembre

Durata: circa 6 ore

Adatto a: >16 anni con una buona resistenza

Torna a Vie Ferrate

Potrebbe interessarti anche: