Home > Blog > PADEL... CHE FIGATA!

Il gioco del Padel nasce negli anni ’70 in Messico. L’invenzione fu di un cittadino che decise di sfruttare lo spazio disponibile nella sua residenza per costruire un campo che gli consentisse di giocare a Tennis.

È stato in questo modo che grazie a Luca, il ragazzo che segue il Padel nel meraviglioso parco di Trentino Wild in Val di Sole, mi sono risposto alla domanda che mi facevo da molto tempo inerente a cosa fosse questo (per me) misterioso gioco chiamato Padel.

La mattina mi sveglio dopo un lungo e meraviglioso riposo presso una delle stanze rinnovate in legno nel Camping Dolomiti di Dimaro e affacciandomi alla finestra mentre osservo maestose montagne, mi accorgo di questo strano campo che si erge ai piedi del Campeggio.

 Attrae talmente tanto la mia attenzione che risvegliando la mia curiosità non posso fare a meno di vestirmi in fretta e recarmi alla reception dove posso chiedere alla sorridente Michela informazioni a riguardo. Molto gentilmente mi spiega che il campo, novità di quest’anno, è già una delle maggiori attrazioni, anche per il curioso fatto che le pareti sono costruite con reti di ferro. Proprio per questo la pallina non può uscire, ma rimbalza, tornando in campo e non facendo perdere nemmeno un secondo ai giocatori. Meraviglia!            

La mia noia maggiore nella pratica di questi giochi è sempre stata il recupero delle palline, che immancabilmente fanno perdere un po' di tempo, e si sa, quando la voglia di giocare e di divertirsi è tanta non ti va di fermarti, ma vuoi continuare e rimanere concentrato su quello che è il match.

Ottimo! Solamente dopo questa breve informazione l’adrenalina già cresce e non sto nella pelle al pensiero di potermi divertire così tanto. Ma devo caricarmi di energie prima di lanciarmi in questa nuova avventura, Michela mi dice di non preoccuparmi, che ci pensa lei. Ed anche in questo voto 100 a Trentino Wild per la velocità di risposta ad ogni mia esigenza o desiderio.

Così, dopo un’abbondante e sana colazione presso uno dei bar convenzionati con loro, torno al Centro e mi cambio. Oggi maniche e pantaloncini corti dato che è una splendida giornata di sole. Mi accompagnano al campo, anche se sono solo e so che servono altre tre persone per poter giocare la partita. Non faccio a tempo a farmi venire il pensiero che, tre amichevoli ragazzi si presentano lì, sono molto “Wild”, simili a me e instauriamo subito un ottimo rapporto.

Luca ci fornisce le racchette da Padel e ci spiega in modo dettagliato le regole del gioco.

Si gioca due contro due, la palla può essere colpita indifferentemente da uno (e solo uno) dei due giocatori della squadra, in qualsiasi zona del campo, al volo o rimbalzo per terra. Affinché la palla rigiocata sia buona, deve rimbalzare per terra nel campo avversario prima di colpire le pareti di fondo o le pareti e la rete metallica laterali. Se l’avversario non colpisce la palla prima del secondo rimbalzo per terra, è punto. Per quanto riguarda il punteggio valgono le stesse regole del tennis. In ogni gioco si parte da “0”, quando si vince il primo punto si arriva a “15”, con il secondo punto a “30”, con il terzo a “40”, con quattro punti ci si aggiudica il gioco. Se entrambe le coppie hanno ottenuto tre punti il punteggio è di “parità”. In questo caso il punto successivo viene chiamato vantaggio: se la stessa coppia conquista anche il punto seguente, si aggiudica anche il gioco.

E ’una partita fantastica, all’insegna del divertimento e tante risate; si sta davvero bene, all’aperto, sotto il sole ma con una leggera brezza sempre presente che ti fa respirare a pieni polmoni l’aria della montagna, ricaricandoti di energia.

Marco, Lorenzo e Michele, i miei compagni di gioco, sono persone meravigliose, disponibili ad aiutarti. È proprio vero il detto “Paese che vai gente che trovi”, questo ambiente rende tutti più sereni, socievoli, amichevoli. È come un grande Villaggio dove oltre ai sorrisi trovi anche persone preparate e multitasking.

Inoltre, nel tardo pomeriggio i miei nuovi amici ed io ci siamo organizzati per fare una bella discesa Rafting power e, dato che il campo prevede illuminazione, abbiamo concluso la serata con una rilassante partita a Minigolf!

Che altro dire… per me Trentino Wild è davvero il PAESE DELLE MERAVIGLIE!

WILD NEWSLETTER

Non perdere le notizie e le offerte sulle attività

Iscriviti subito per ricevere le offerte speciali che inviamo ai nostri amici WILD!

Non ti preoccupare ad iscriverti, ti manderemo solo noi qualche comunicazione che ti può interessare e non comunicheremo i tuoi dati ad altri; inoltre puoi cancellarti quando vuoi con il link che riceverai in ogni mail.

Iscriviti alla newsletter